Il 4 marzo è stata presentata a Brescia la 38^ edizione della 1000 Miglia, l’ormai celeberrimo tour che vede sfilare per l’Italia 400 auto d’epoca. Anche quest’anno, per la terza volta, il giro passerà da Cervia e ripartirà da Milano Marittima. Una manifestazione storica ed elegante che attira migliaia di persone a Cervia per seguire arrivo e partenza di queste auto d’altri tempi e godere dell’atmosfera magica della rievocazione.

La corsa prenderà il via mercoledì 13 maggio da Brescia, le auto costeggeranno il Lago di Garda, attraversando Desenzano e Sirmione, passeranno per Villafranca di Verona, Mantova, Ferrara e Ravenna, fino al traguardo di tappa a Cervia – Milano Marittima (RA). Il giorno successivo da Cervia la Freccia Rossa scenderà fino a Roma, per poi proseguire verso Parma e tornare a Brescia dove tutto ebbe inizio 93 anni fa, con la prima Coppa delle 1000 Miglia.

I 400 equipaggi rappresenteranno 33 Paesi e 5 continenti, insieme all’Europa ci saranno partecipanti dall’ Asia, Oceania e chiaramente da tutto il continente americano (a partire dal Canada fino al Sud America). Il Paese più rappresentato sarà l’Italia con il 30% di partecipanti. I Paesi Bassi sono al secondo posto, con il 17% degli accettati, seguiti da Germania (11%) e Regno Unito (9%). Il numero di Paesi e le percentuali indicate potrebbero comunque mutare nel momento in cui saranno resi noti nomi e nazionalità di alcuni equipaggi che non sono ancora stati svelati.

Le Case automobilistiche più rappresentate sono Alfa Romeo (con 68 vetture), seguita da FIAT (sono invece 63), Lancia (49), Jaguar (45), Porsche (38), Mercedes-Benz e Austin Healey (entrambe con 27), Aston Martin (26), Ferrari e Bugatti (con 20).

Le 400 vetture ammesse alla rievocazione della corsa sono state selezionate da un’apposita commissione tra quelle preventivamente iscritte al Registro1000 Miglia, il progetto nato per censire, classificare e certificare le vetture protagoniste delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia di velocità, disputate dal 1927 al 1957, in base a due tipologie: “Participant Car 1000 Miglia 1927/1957”, per gli esemplari di vetture iscritti ad almeno un’edizione della 1000 Miglia, e “Eligible Car 1000 Miglia”, per le vetture appartenenti a un modello iscritto ad almeno un’edizione della 1000 Miglia.

Quella del 2020 sarà un’edizione speciale, la 1000 Miglia celebra il ritorno a Brescia della Vittoria Alata: il logo di questa 38^ edizione della corsa è infatti un omaggio alla statua di epoca romana, che verrà riconsegnata ai Musei Civici della città dopo un restauro di oltre due anni.

AC Brescia e 1000 Miglia Srl, in collaborazione con il Comune di Brescia, hanno avviato inoltre un processo di candidatura per iscrivere la Freccia Rossa alla Lista Rappresentativa del Patrimonio Immateriale dell’UNESCO.