Cervia al convegno sulla rigenerazione urbana green

News

Sarà presente anche la città di Cervia al convegno in diretta streaming dal titolo “Finanziare la rigenerazione urbana come pilastro del recovery plan per l'Italia. Le green city protagoniste del green deal”.
Il convegno si svolgerà il 3 novembre 2020 dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Durante il convegno si parlerà di accelerare la transizione green cogliendo le sfide offerte da questa crisi. Per non sprecare l'occasione offerta dalle ingenti risorse che convergeranno sull'Italia grazie al Piano di Recovery europeo si discuterà di come utilizzarle per finanziare in maniera adeguata un vasto Programma Nazionale di Rigenerazione Urbana.
Questo è il pilastro fondamentale del pacchetto di stimolo per la ripresa dell'economia, in grado di mettere in moto una pluralità di attività economiche, di mobilitare importanti investimenti anche privati, di attivare una consistente occupazione, di rivitalizzare tessuti sociali ed economici locali e i poli decisivi dello sviluppo italiano: le città, grandi e piccole.

Enrico Mazzolani, Assessore Edilizia, Urbanistica, Lavori Pubblici, Protezione civile ha dichiarato:
“Cervia è stata scelta per portare la propria esperienza di città virtuosa e all’avanguardia sui temi e le politiche ambientali in questo importante convegno sulla rigenerazione urbana e le green city. Mai come in questo momento ci rendiamo conto del bisogno di città sempre più resilienti e quanto sia importante la qualità dell'aria che respiriamo, della vivibilità dei luoghi e del giusto equilibrio fra sviluppo urbanistico e qualità della vita. Cervia può vantare un’esperienza e un impegno su questi versanti grazie alle riqualificazioni urbane come il lungomare di Milano Marittima, la scuola di Castiglione, il recupero del Magazzino Darsena e del Borgomarina, alle piste ciclabili e alla mobilità leggera, alle illuminazioni a led e al nuovo progetto del grande Parco urbano. Dopo la sfida sanitaria quella ambientale è la più importante del secolo. Dobbiamo mettere la città pubblica al centro dell’attenzione, prospettando soluzioni di adattamento anche ai cambiamenti climatici.”.