Filosofia sotto le Stelle

Filosofia sotto le Stelle

Cervia, 10 luglio - Sempre più cultura sotto i cieli stellati di Cervia. Torna dal 28 al 31 luglio, con un'anteprima il 13, Filosofia sotto le stelle,  la rassegna che porta nei luoghi più suggestivi della città del sale le riflessioni di filosofi di fama nazionale.
Tra questi Umberto Curi, Massimo Donà, Giulio Giorello, saranno chiamai a confrontarsi  sul tema “Utopia vs distopia”.

La novità dell’edizione numero 14, organizzata dall’associazione culturale “Agenda filosofica” che si è aggiudicata il bando del Comune di Cervia, è l’anteprima del festival con la lectio magistralis di Umberto Curi. Il noto filoso del cinema darà corpo alle suggestioni proposte dall’edizione 2018 (il 13 luglio alle 21.30 in piazzale dei Salinari) parlando proprio di “Un luogo in cui essere felici”. 

Da non perdere le altre tre lezioni magistrali con filosofi del calibro di Andrea Tagliapietra, docente del San Raffaele di Milano che, in tandem con il giovane filosofo Davide Grossi, parlerà di “Eterotopie e dell’origine delle utopie” (il 28 luglio); Giulio Giorello, esperto di epistemologia e appassionato di fumetti, entrerà nel tema “Abitare l’utopia è impossibile” (il 30 luglio) e Massimo Donà, docente del San Raffaele e autore di libri sulla filosofia del jazz, parlerà di “Violenza e salvezza” insieme a Giacomo Petrarca (il 31 luglio).

Il festival prevede anche incursioni nel cinema, nella teologia, nella storia della lingua italiana e del Risorgimento con le serate che vedranno protagonisti i giovani filosofi. Gianluca Pelleschi parlerà delle distopie sul grande schermo, Alessandro Lolli decifrerà il mondo della rete con la serata dal titolo “La guerra dei meme tra ironia e verità”, Antonio Del Castello spiegherà perché il De Vulgari eloquentia di Dante è l’utopia della lingua italiana. Di utopia e religione parleranno poi Eleonora Caramelli e Giacomo Petrarca mentre Jacopo Lorenzini e Isabella Ciotti ripercorreranno le illusioni e i sogni degli uomini del Risorgimento italiano, da Mazzini a Pisacane.
L’assessore alla Cultura del Comune di Cervia Michela Lucchi sottolinea: “Credo fortemente nel valore dello studio, del pensiero, della riflessione, nella capacità delle persone ad affinare il piacere dell’ascolto e della dialettica. Ecco perché un festival della filosofia a Cervia nel 2018. Solo una comunità che non ha paura della fatica che l’approfondimento richiede, può affrontare temi complessi che questo nostro momento storico impone. La nostra è una città a vocazione turistica, che ha fatto dell’accoglienza una carta vincente, mettiamoci in gioco e prepariamoci ad “accogliere “ riflessioni e spunti che gli incontri con i filosofi sicuramente ci daranno”.

Il programma completo su www.agendafilosofica.it

Vedi l'elenco completo delle Notizie