"Scrittori in Officina" alle Officine del Sale di Cervia - venerdì 10 novembre

"Scrittori in Officina" alle Officine del Sale di Cervia - venerdì 10 novembre

"Scrittori in Officina" alle Officine del Sale di Cervia - venerdì 10 novembre

Venerdì 10 novembre alle 19,00 la scrittrice Grazia Verasani sarà ospite alle Officine del Sale di Cervia per il ciclo di incontri "Scrittori in Officina".
Si inizia alle 19,00 al corner Librerie Coop all'interno del locale per un aperitivo con Grazia Verasani che presenterà il suo libro "La vita com'è" (La Nave di Teseo). Ad introdurre l'incontro sarà Marco Viroli.
Alle 20,00 seguirà una cena (alla carta) in compagnia dell'autrice.
La partecipazione alla cena è vincolata all'acquisto di un libro per tavolo.
E' gradita la prenotazione: tel. 0544 976565

La vita com'è
Un giorno di giugno, Giovane Scrittore chiama la scrittrice di cui ha letto tutti i romanzi e le sottopone il suo manoscritto per avere un parere e magari qualche consiglio. Lei ha vent'anni di più, ma a lui sembra non importare, la cerca, le scrive, la segue, le fa una corte serrata. Lei lo respinge sistematicamente. Si instaura così un legame spassoso, litigioso, pieno di dialoghi caustici sul mondo - in particolare quello letterario - e sull'amore: il disincanto dell'una incontra la leggerezza dell'altro, mentre l'estate sfuma velocemente nell'autunno. Bloccata in auto nella zona industriale di Bologna, per colpa di un piccione dispettoso che le sbarra la strada, lei snocciola il suo quotidiano tra bar, vicini di casa centenari, librerie, amici, ex fidanzati, parenti, cimiteri, in una osservazione spicciola e spesso tragicomica della realtà, a cui fa da contraltare la fiducia verso il futuro di Giovane Scrittore: a lui, infatti, il compito di smussare gli angoli di un vivere dove si ride di tutto per non piangere, l'amore non dura e i romanzi rischiano sempre l'estinzione.

Grazia Verasani
Grazia Verasani è nata a Bologna l’8 luglio 1964, città dove vive. E’ autrice di romanzi, pièce teatrali, sceneggiature, ed è musicista. Ha cominciato a pubblicare racconti su riviste e quotidiani nella fine degli anni ‘80, grazie al sostegno di Gianni Celati, Roberto Roversi e Tonino Guerra, Stefano Benni. Dal 1998 a oggi si è districata in vari generi letterari. Il suo romanzo "Quo vadis baby?" (Oscar Mondadori 2004, poi Tascabile Feltrinelli) è un noir da cui nel 2005 il regista premio Oscar Gabriele Salvatores ha girato l’omonimo film e prodotto la serie tv Sky diretta da Guido Chiesa. Gli altri quattro romanzi con la stessa protagonista (l’investigatrice privata Giorgia Cantini) sono: "Velocemente da nessuna parte", "Di tutti e di nessuno" (entrambi Tascabili Feltrinelli), "Cosa sai della notte" (Feltrinelli, 2012), "Senza ragione apparente" (Feltrinelli, 2015). Sempre per Feltrinelli, nel 2008 è uscito "Tutto il freddo che ho preso". Nel 2013, Gallucci pubblica la sua raccolta di racconti dedicati alla musica dal titolo "Accordi Minori". E nel 2014 esce il romanzo di successo "Mare D’Inverno" (Giunti). Intensa anche la sua attività di autrice per il teatro. La sua pièce "FromMedea-Maternity Blues" (edita da Sironi), rappresentata sia in Italia che all’estero, e vincitrice di numerosi premi, è diventata un film nel 2012 per la regia di Fabrizio Cattani. Il film, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura intitolato a Tonino Guerra al BIF festival 2012, un Nastro d’argento e due Globi d’oro. Il monologo teatrale "Vincerò sulla vita" e la carriera del tenore Luciano Pavarotti è stato via via interpretato da Giuseppe Battiston, Giancarlo Giannini e Michele Placido. Ha studiato pianoforte classico e vinto il Premio Recanati nel 2005 per la canzone d’autore, a cui è seguito il cd Nata Mai per la BMG e collaborazioni con vari artisti tra cui Paola Turci, Nada, Elio e le Storie Tese. Nel 2010 è uscito il suo cd "Sotto un cielo blu diluvio". I suoi libri sono tradotti in vari paesi tra cui Francia, Germania, Russia. Molti suoi racconti fanno parte di numerose antologie italiane e straniere. Collabora con riviste, quotidiani, e come sceneggiatrice per il cinema. Nel 2014 ha tenuto lezioni all’Università di Tempe e di Phoenix (Arizona) sul noir europeo. Ha insegnato in vari corsi di scrittura creativa, anche alla Bottega Finzioni di Carlo Lucarelli. Per Giunti, nel 2016 è uscito il romanzo "Lettera a Dina". Nel 2017, per i tipi della Nave di Teseo è uscito il suo ultimo romanzo "La vita com'è".

I prossimi appuntamenti di "Scrittori in Officina" sono in programma per venerdì 24 novembre con Marino Bartoletti e venerdì 8 dicembre con "Catena Fiorello".

    Argomenti

    Ti interessa sapere di quali argomenti si parla a Milano Marittima?

  • eventi

Vedi l'elenco completo delle Notizie